|redazione@superdiritto.it

Categoria: Diritto Penale

Diritto penale

Nuovi reati di omicidio e lesioni personali sul lavoro

26 luglio 2017|Diritto Penale|

Nei giorni scorsi è stato presentato all’esame del Senato un nuovo disegno di legge in materia di infortuni sul lavoro. […]

È punibile chi ruba per bisogno?

22 marzo 2017|Diritto Penale|

L’art. 624 del Codice penale disciplina il reato di furto prevedendo la pena della reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da euro 154 a euro 516. […]

Collare elettrico al cane: è reato di maltrattamento

21 febbraio 2017|Diritto Penale, Senza categoria|

E’ vietato utilizzare collari elettronici a scossa, al fine di addestrare o tenere sotto controllo un cane. […]

Offese e gestacci: adesso si rischia solo una multa

21 dicembre 2016|Diritto Penale|

Il recente D.lgs n. 7/2016 ha previsto la depenalizzazione del reato d’ingiuria ex art. 594 c.p., il quale prevedeva la reclusione fino a sei mesi o la multa fino ad € 516,00 per chiunque offendesse l’onore o il decoro di una persona presente. La stessa pena era prevista per chi compisse il fatto mediante comunicazioni telegrafiche o telefoniche, scritti o disegni diretti alla persona offesa. […]

la creazione di fatture false integra il reato di dichiarazione fraudolenta

20 maggio 2015|Diritto Penale|

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12531/2015, ha affermato che la scorciatoia della creazione ad hoc di fatture false per ottenere un risultato che, in mancanza di deduzioni sulla tutela giudiziaria dei crediti, è oltretutto incerto, è anche inammissibile. […]

non basta rispettare i limiti di velocità per escludere la colpa

14 maggio 2015|Diritto Penale|

Un giovane, sceso dalla portiera anteriore di un pullman, fermo sul lato destro della strada con gli indicatori di direzione lampeggianti, viene investito da un’auto (proveniente dallo stesso senso di marcia) mentre attraversa la strada e muore. Il tribunale e la Corte d’Appello assolvono il conducente della vettura data l’assenza di profili di responsabilità colposa: il limite di velocità è stato rispettato e l’automobilista non poteva affatto prevedere che il passeggero del pullman avrebbe attraversato la strada passando davanti al mezzo stesso. […]

punibile l’ubriaco in bicicletta

3 marzo 2015|Diritto Penale|

E’ ormai orientamento consolidato della giurisprudenza di legittimità (sostenuto dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione) che, dato il disposto dall’art. 186 del Codice della Strada “chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto non costituisca più grave reato (…)”, […]

denigrare il proprio capo su facebook è diffamazione

27 febbraio 2015|Diritto Penale|

Pubblicare sulla bacheca del proprio profilo personale Facebook o di qualsiasi altro social network, un messaggio a contenuto lesivo dell’onore o della reputazione di un altro soggetto, integra il delitto di diffamazione aggravata dall’utilizzo di altro mezzo di pubblicità, così come sancito all’art. 595 c3 del codice penale. […]

diffamazione: l’offeso deve essere individuabile

4 novembre 2014|Diritto Penale|

Affinchè una comunicazione trasmessa a mezzo stampa possa definirsi diffamatoria, il soggetto diffamato deve essere necessariamente individuabile in base alla stessa, secondo elementi oggettivamente tali da far convergere l’offesa o il fatto offensivo su una persona determinata. […]

affermare che il verbale dei vigili attesta il falso: è calunnia?

7 luglio 2014|Diritto Penale|

L’imputato che durante un interrogatorio definisca falso, esplicitamente o meno, un atto della polizia giudiziaria, per quanto riguarda la veridicità della denuncia a proprio carico in esso contenuta, non integra il reato di calunnia. Tale comportamento rientra nei limiti del diritto di difesa, avendo come unico scopo la contestazione della violazione e non la volontà di accusare alcuno della commissione di un reato. […]