|redazione@superdiritto.it

Categoria: Diritto per Aziende

Descrizione diritto per aziende

Secondo il Tribunale di Ivrea il cellulare può essere causa di cancro

20 luglio 2017|Diritto del Lavoro|

Il Tribunale di Ivrea con sentenza n. 96/2017 ha riconosciuto il nesso causalità tra cancro al cervello ed uso prolungato del telefono cellulare, nell’ambito delle malattie professionali. […]

Proposta di assunzione: non sempre è vincolante

21 giugno 2017|Diritto del Lavoro|

L’art. 1362 c.c. individua i criteri di interpretazione del contratto, affermando che “nell’interpretare il contratto si deve indagare quale sia stata la comune intenzione delle parti e non limitarsi al senso letterale delle parole. Per determinare la comune intenzione delle parti, si deve valutare il loro comportamento complessivo anche posteriore alla conclusione del contratto”. […]

Telecamere a lavoro: è reato anche se c’è il consenso dei dipendenti

7 giugno 2017|Diritto del Lavoro|

L’art. 4 dello Statuto dei lavoratori, così come modificato dal D.lgs n. 151/2017, afferma che “Gli impianti audiovisivi e gli altri strumenti dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori possono essere impiegati esclusivamente per esigenze organizzative e produttive, per la sicurezza del lavoro e per la tutela del patrimonio aziendale e possono essere installati previo accordo collettivo stipulato dalla rappresentanza sindacale unitaria o dalle rappresentanze sindacali aziendali”. […]

Dipendente in gravidanza può rifiutare il trasferimento di sede

12 aprile 2017|Diritto del Lavoro|

Il divieto di licenziamento della lavoratrice madre, irrogato per una delle ipotesi previste dalla contrattazione collettiva, è reso inoperante ove ricorra la colpa grave della stessa. […]

Piccole medie imprese: Legge di stabilità dà il via ai finanziamenti

5 aprile 2017|Diritto per Aziende, Recupero Crediti|

Secondo quanto stabilito dall’art. 1 della Legge di Stabilità 2016, “presso il Ministero dello sviluppo economico è istituito il Fondo per il credito alle aziende vittime di mancati pagamenti, con una dotazione di 10 milioni di euro annui per il triennio 2016 – 2018, avente come finalità il sostegno alle piccole e medie imprese che entrano in crisi a causa della mancata corresponsione di denaro da parte di altre aziende debitrici”. […]

Fallimento del costruttore: l’acquirente è tutelato

25 maggio 2016|Appalti, Contratti, Diritto per Aziende|

Prima dell’entrata in vigore del D.lgs 122/2005, l’acquirente di un immobile ancora da costruire o in fase di costruzion [...]

contratto nullo: resta valida la clausola arbitrale

12 novembre 2015|Contratti|

In virtù del principio di autonomia della clausola compromissoria, essa ha un'individualità nettamente distinta dal cont [...]

Mansioni incompatibili con lo stato di salute: visita medica obbligatoria per evitare la sospensione

21 luglio 2015|Diritto del Lavoro|

Il lavoratore che ritenga di essere stato assegnato a mansioni incompatibili con il suo stato di salute può chiedere la [...]

diagnosi HIV: vietata qualsiasi divulgazione a terzi, anche a fini lavorativi

8 luglio 2015|Diritto del Lavoro, Risarcimento Danni|

I dati trattati in violazione delle disposizioni della legge 145/1990, non possono essere utilizzati, in coerenza con il principio di liceità indicato dall’art. 11 del Codice della privacy. Gli enti pubblici possono trattare, ai sensi dell’art. 20 del Codice della Privacy, solo i dati sensibili indispensabili per svolgere attività istituzionali che non possono essere adempiute, caso per caso, mediante il trattamento di dati anonimi o di dati personali di natura diversa. Gli enti devono pertanto adottare specifiche misure organizzative a tutela della dignità delle persone. […]

il credito dell’avvocato: da quando decorrono gli interessi?

23 giugno 2015|Contratti, Diritto del Lavoro|

Un avvocato aveva assistito un Comune in un maxiprocesso per mafia, costituendosi parte civile. A mandato concluso aveva chiesto il pagamento di una parcella pari a circa 98 mila euro, somma che tale Comune si era rifiutato di corrispondere. Il Tribunale di Caltanissetta in primo grado aveva allora condannato il Comune al pagamento di una somma nettamente inferiore, pari a circa 19 mila euro. L’avvocato in questione, vedendosi inoltre rigettare la proposta di appello, decide di proporre ricorso in Cassazione per quattro motivi. […]