|redazione@superdiritto.it

Categoria: Contratti

Contratti

Fallimento del costruttore: l’acquirente è tutelato

25 maggio 2016|Appalti, Contratti, Diritto per Aziende|

Prima dell’entrata in vigore del D.lgs 122/2005, l’acquirente di un immobile ancora da costruire o in fase di costruzion [...]

contratto nullo: resta valida la clausola arbitrale

12 novembre 2015|Contratti|

In virtù del principio di autonomia della clausola compromissoria, essa ha un'individualità nettamente distinta dal cont [...]

il credito dell’avvocato: da quando decorrono gli interessi?

23 giugno 2015|Contratti, Diritto del Lavoro|

Un avvocato aveva assistito un Comune in un maxiprocesso per mafia, costituendosi parte civile. A mandato concluso aveva chiesto il pagamento di una parcella pari a circa 98 mila euro, somma che tale Comune si era rifiutato di corrispondere. Il Tribunale di Caltanissetta in primo grado aveva allora condannato il Comune al pagamento di una somma nettamente inferiore, pari a circa 19 mila euro. L’avvocato in questione, vedendosi inoltre rigettare la proposta di appello, decide di proporre ricorso in Cassazione per quattro motivi. […]

se il contratto d’affitto è scaduto, niente prelazione per l’acquisto del ramo d’azienda all’affittuario

26 maggio 2015|Contratti|

In tema di affitto d’azienda, presupposto necessario perché l’affittuario eserciti il diritto di prelazione all’acquisto, previsto dall’art. 3, comma 4, legge n. 223 del 1991, nel caso in cui il concedente sia assoggettato a procedura concorsuale, è la sussistenza della qualità di affittuario, de jure, al momento della definitiva determinazione del prezzo di vendita, dovendosi, per contro, escludere quando il contratto di affitto sia cessato, pur se l’affittuario sia rimasto nella materiale detenzione dell’azienda, in carenza di un diritto di proroga ex lege del contratto. […]

gli immobili acquistati fittiziamente dalla moglie vanno restituiti al marito

9 aprile 2015|Contratti, Famiglia|

La dichiarazione unilaterale scritta con cui un soggetto si impegna a trasferire ad altri la proprietà di uno o più beni immobili in esecuzione di un precedente accordo fiduciario non costituisce semplice promessa di pagamento ma autonoma fonte di obbligazioni se contiene un impegno attuale e preciso al ritrasferimento. Qualora il firmatario non dia esecuzione a quanto contenuto nell’impegno unilaterale, è suscettibile di esecuzione in forma specifica ex art. 2932 cod. civ., purché l’atto unilaterale contenga l’esatta individuazione dell’immobile, con l’indicazione dei confini e dei dati catastali. […]

preventivo errato e accettazione del cliente

13 giugno 2013|Contenziosi Privati, Contratti, Tutela del Consumatore|

Il rifiuto di eseguire la prestazione di trasporto di cose determinate precedentemente pattuita con un preventivo accettato dall’altro contraente, costituisce inadempimento dell’obbligazione e legittima il danneggiato a richiedere il risarcimento del danno subito. Non è necessario inoltre che la parte danneggiata provi l’effettivo danno causato dal mancato trasporto, nonostante il rifiuto del mandatario fosse causato da un errore nel calcolo del materiale da trasportare, riconoscibile dal mandante. […]

compravendita: posticipare il rogito in presenza di vizi

13 giugno 2013|Contenziosi Privati, Contratti, Tutela del Consumatore|

Il venditore che dichiara, durante la stipulazione di un contratto di compravendita, la presenza di anomalie sul proprio bene non può rifiutarsi di differire la stipula, ma deve consentire al promissario acquirente di effettuare un sopralluogo per verificare la situazione e l’effettiva entità dei vizi. Il venditore non può altresì esercitare il diritto di recesso, ritenendo il doppio della caparra ricevuta. […]

taxista provoca danni al turista: tour operator deve risarcirlo

13 giugno 2013|Contenziosi Privati, Contratti, Risarcimento Danni|

L’imprudenza del tassista alla guida rovina il vostro ultimo giorno di vacanza? E’ possibile chiedere il risarcimento dei danni all’agenzia viaggi presso la quale avete prenotato il vostro tanto atteso e meritato viaggio. Così ha stabilito la Cassazione, affermando che il venditore di pacchetti turistici “tutto compreso” è tenuto a risarcire qualsiasi danno subito dal consumatore nella fruizione di tale pacchetto, anche se la colpa sia ascrivibile al terzo prestatore di servizi, in questo caso il taxista. Non rileva quindi che quest’ultimo non sia alle dipendenze della società organizzatrice di viaggi, ma al fine del risarcimento importa solo che essa si sia avvalsa dell’opera di un terzo: La colpa quindi non si fonda sulla scelta sbagliata degli ausiliari, ma sul rischio connaturato all’utilizzo di terzi nell’adempimento dell’obbligazione. L’unica possibilità per la società debitrice è quella di rivalersi nei confronti del soggetto che ha causato il danno concreto, recuperando così ciò che è stato speso per risarcire il danneggiato. […]

lavori di ristrutturazione terminati in ritardo: è dovuto il risarcimento?

13 giugno 2013|Contenziosi Privati, Contratti, Risarcimento Danni, Tutela del Consumatore|

Se il venditore di un immobile stabilisce una data entro la quale i lavori di ristrutturazione e manutenzione verranno ultimati, non è tenuto a risarcire il danno al compratore per il mancato rispetto di tale termine se quest’ultimo non prova di non avervisi potuto trasferire a causa delle riparazioni non ancora effettuate. La data prevista nel contratto di compravendita entro e non oltre la quale i lavori sarebbero dovuti essere terminati non può considerarsi quindi un termine essenziale. […]

manutenzione scale: paga anche chi abita al pianterreno

13 giugno 2013|Contenziosi Privati, Contratti, Tutela del Consumatore|

Le spese per la manutenzione ed il consolidamento delle scale condominiali devono essere ripartite fra tutti i condomini, senza escludere coloro che vivono al piano terra. Le scale di un edificio sono elementi strutturali necessari e consentono l’accesso al tetto ed al terrazzo di copertura, per cui devono essere considerate parti comuni a tutti, in assenza di un titolo diverso; infatti anche i proprietari di appartamenti al pianterreno ne usufruiscono, almeno per quanto riguarda la conservazione e manutenzione della copertura dell’edificio. […]