Con l’anno nuovo è mutata anche la disciplina relativa ai seggiolini auto per bambini. Il parametro sul quale ci si baserà non sarà più il peso del bambino ma la sua altezza.

I due nuovi regolamenti tecnici modificano la normativa europea ECE R44, cui fa riferimento l’art. 172 del Codice della Strada. Principalmente rimane fermo l’obbligo di utilizzo del seggiolino fino ai 150 cm di altezza (circa 12 anni). Vengono invece bandite le c.d. alzatine, senza schienale, le quali infatti non permettono di allacciare in modo sicuro la cintura di sicurezza. Fino ad ora ammesse a partire dai 15 kg di peso del bambino.

Fino ai 125 cm di altezza (circa 8 anni) andranno utilizzati dei seggiolini auto con schienale, per una maggiore stabilità e sicurezza durante il viaggio in modo tale che le cinture vengano sistemate intorno alle spalle e al torace del bambino e non ad altezza collo. I dispositivi ancora in circolazione resteranno validi sino all’estate, quando entrerà in vigore la R129-02, che non ne consente più la vendita.

Per i bambini di altezza tra i 100 e i 150 cm non saranno più obbligatori i dispositivi ISOFIXISOFIX è un sistema di fissaggio internazionale standardizzato per installare un seggiolino al sedile dell’auto senza utilizzare le cinture di sicurezza

In caso di violazione dell’obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini sarà comminata una sanzione amministrativa da 80 euro a 323 euro. Ne rispode il conducente ovvero chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Quando il conducente sia recidivo (almeno due volte in due anni), all’ultima infrazione conseguirà la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.

Anche chi, pur facendo uso dei dispositivi di ritenuta, ne altera od ostacola il normale funzionamento degli stessi sarà assoggettabile alla sanzione amministrativa da 40 euro a 162 euro.

Fonti: UN ECE R44 R129-02

Richiedi maggiori informazioni